Al Museo della Marineria di Cesenatico, sabato 25 novembre, si è svolto un incontro di presentazione del progetto “Una vela per respirare liberi”.

Il progetto si è svolto su due stagioni estive, dove i giovani pazienti affetti da fibrosi cistica hanno vissuto l’emozione della vela grazie dei corsi organizzati dal Circolo Vela Cesenatico.

La fibrosi cistica, malattia genetica, colpisce l’apparato respiratorio a causa di un gene mutato. L’eccessiva produzione di muco denso ostruisce le vie respiratorie provocando gravi infezioni.

Il progetto vela, portato avanti dal Circolo con la collaborazione del Rotary Club Cesenatico, ha riscosso un importante successo, sia per adesione, sia per gli effetti benefici per i partecipanti.

L’incontro ha voluto infatti sottolineare che l’attività sportiva in un ambiente marino porta benefici a chi è affetto da fibrosi cistica. E’ comprovato che l’aria di mare ha un effetto aerosol, grazie alla presenza di sali minerali che agiscono sull’apparato respiratorio.  Accanto all’aspetto terapeutico si affianca anche un obiettivo di inclusione, per avvicinare sempre di più i giovani all’ambiente sportivo, praticabile anche da questi giovani pazienti.

Il modello organizzativo adottato dal Circolo Vela Cesenatico, quindi, sarà utilizzato da altre realtà italiane che hanno dimostrato un grande interesse verso il progetto come le Marche, la Toscana, l’Abruzzo e la Puglia. Grazie ad un rapporto stretto tra i vertici del Rotary, della Lifc – Lega italiana fibrosi cistica, della Fiv ed di altre istituzioni, “Una vela per respirare liberi” continuerà non solo in Romagna, ma incontrerà altri porti italiani.

Al tavolo dei relatori le testimonianze del presidente del Circolo Vela Stefano Morgagni e l’istruttore Giuseppe Dimilta, ma soprattutto i ragazzi seguiti al Bufalini che hanno condiviso l’emozione del mare e di navigare. Sono intervenuti anche il Governatore del Distretto Rotary 2072 dell’Emilia-Romagna Fiorella Sgallari, Lalla Bertolozzi presidente del Rotary Club Cesenatico Mare, Alberto Bastianelli presidente di Lifc Romagna, Maura Ambroni del Centro Fibrosi Cistica dell’ospedale Bufalini di Cesena, il consigliere nazionale della Fiv Donatello Mellina.

All’incontro ha partecipato anche il personale del Centro fibrosi cistica del “Bufalini” di Cesena, che segue circa 200 pazienti di tutta la Romagna, portando la testimonianza e l’importanza di tali iniziative.

Il Comune di Cesenatico ha patrocinato l’iniziativa e anche il sindaco Matteo Gozzoli e la vicesindaco Lorena Fantozzi, hanno voluto confermare l’importanza del progetto intervenendo al tavolo dei relatori.